Travel on-line: ampi margini di crescita

Ritorno da Travel 2.0 Academy Days con le idee un po’ confuse. Sono sempre stato convinto che il settore travel fosse un passo più avanti degli altri, ma questa due giorni a stretto contatto con gli operatori del settore mi ha fatto cambiare idea.

La conoscenza degli strumenti e delle opportunità che la rete mette a disposizione non sono ancora chiare a tutti gli operatori. Accanto ad albergatori che utilizzanno appieno le promozioni online sui motori di ricerca o applicano criteri rigidi di profilazione ai propri contatti, ci sono altri che ancora ignorano cosa sia un feed RSS o cosa sia Facebook.

Ovviamente non vuole essere una critica: gli albergatori fanno gli albergatori ed è giusto che siano maestri nell’accoglienza e non nel web marketing. La mia è più una riflessione sull’utilità di eventi come quello di Sorrento e sulla necessità, forse, di doverne fare di più, con l’obbiettivo di far crescere sia le strutture turistiche, sia noi “web marketers”. Infatti troppo spesso ignoriamo le reali esigenze di chi opera nel turismo o diamo per scontate le loro conoscenze.

Insomma, mi sono presentato come relatore, ma ho l’impressione di aver imparato più di quanto abbia insegnato…

Chi volesse vedere o rivedere le slide del mio intervento le può trovare qui di seguito.

Alessandro Binello

Nasco SEO, mi appassiono di email marketing e oggi sono project manager presso Time2marketing. Mi occupo di visibilità online e strategie di email marketing. Su social network e forum mi trovate anche con il mio nick name storico "Trimball". Nel tempo libero amo viaggiare... nel mondo reale ;)

3 Commenti

TourMarketing

Chi sono9 anni ago

Completamente in sintonia con il tuo pensiero!

Rispondi

Roberta Milano

Chi sono9 anni ago

Completamente d'accordo. E un piacere averti conosciuto

Rispondi

Alessandro

Chi sono9 anni ago

Il piacere è stato mio, spero ci siano altre occasioni di confronto.... nel frattempo aspetto i tuoi commenti :)

Rispondi

Lascia il tuo commento

E tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento