Siamo tutti vittime di Google

Oggi ho avuto la conferma (ne avevo già avute milioni in passato, ndr) che il mondo SEO sia completamente in balia di Google.

Caso 1.
Apparsa la notizia che Google stesse facendo dei test sulla sua versione bielorussa facendo comparire gli annunci adwords in home page, la comunità SEO internazionale si è scatenata con articoli, commenti, post su forum e blog. Sfortunatamente per tutti noi era una bufala. I test non sono test e il dominio utilizzato non è di Google. A smascherare il trucco ci ha pensato Danny Sullivan e, per la comunità italiana, l’utente Ferro9 del forum di Html.it.

Caso 2.
Da qualche giorno Google sta facendo degli update ai suoi indici e le ricerche variano sensibilmente da un momento all’altro, comportamento dovuto al tipico sfasamento dei data center in fase di aggiornamento. Anche in questo caso ipotesi, commenti e qualche lacrima non si sprecano nei forum di settore.

Sono triste
Da SEO (che paroloni oggi..) mi sento davvero triste a sapere che la mia esistenza e il mio lavoro dipendono solo ed esclusivamente da un motore di ricerca. Da SEO non posso che sperare che le nuove iniziative di Microsoft nel campo della ricerca e le evoluzioni di Yahoo! portino, prima o poi, un po’ di sana concorrenza in un mercato troppo monopolistico.

Siete tristi anche voi? ;)

Alessandro Binello

Nasco SEO, mi appassiono di email marketing e oggi sono project manager presso Time2marketing. Mi occupo di visibilità online e strategie di email marketing. Su social network e forum mi trovate anche con il mio nick name storico "Trimball". Nel tempo libero amo viaggiare... nel mondo reale ;)

Non ci sono commenti a questo post. Vuoi essere il primo a commentare?

Lascia il tuo commento

E tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento