e-mail marketing for dummies Posts

Il successo dell’e-mail marketing

L’utilizzo dell’ email marketing ha profondamente rivoluzionato il modo delle aziende di promuovere prodotti e servizi.

I vantaggi li hanno avuti soprattutto le piccole e medie imprese (PMI). Queste, storicamente prive dei grandi budget dedicati al marketing delle grandi aziende, hanno comunque la stessa possibilità di avere uno strumento di comunicazione con i propri clienti economico, efficiente e misurabile. L’email marketing è utilizzabile in ogni processo di marketing, dalla costruzione del brand, alla generazione di traffico verso il sito web aziendale, alla promozione di prodotti per arrivare all’assistenza tecnica ai propri clienti.

Ma perchè l’email marketing offre tutte queste potenzialità alle imprese di tutte le dimensioni?
Di seguito sono riportate le 8 ragioni principali che hanno portato l’email marketing in testa alla lista delle attività di marketing delle PMI.

1. Efficiente ed Efficace
Il primo motivo è che l’email marketing produce risultati. Una campagna ben studiata ed inviata ad una lista di contatti pulita e ben tenuta è capace di generare tassi di risposta superiori a qualsiasi altro mezzo di marketing diretto.
Pur essendo molte le variabili che influiscono sui tassi di risposta, si può dire in linea di massima che l’email marketing produce tassi di risposta 5 volte superiori al direct marketing. Il successo è determinato dal reale interesse di chi riceve il messaggio nel prodotto offerto, interesse che si trasforma in un aumento delle vendite potenziali. Inoltre, la possibilità di avere contatti e risposte veloci e di ottenere informazioni in tempi rapidi, aumenta la possibilità di concludere delle vendite.
Nonostante la crescita del fenomeno dello spam influenzi l’uso proprio dell’email come mezzo di marketing, il successo ottenuto da campagna ben fatte, altamente targettizzate e basate su liste opt-in è in continua crescita.

2. Personalizzazione
Più il messaggio è personalizzato maggiore sarà il successo della campagna. L’email marketing permette una elevata personalizzazione del messaggio inviato, consentendo di proporre sempre offerte che riscontrano il reale interesse del destinatario.
L’utilizzo del formato HTML nei messaggi email permette di costruire in modo rapido e semplice messaggi che incontrano le esigenze del destinatario. E’ dimostrato che maggiore è la personalizzazione del messaggio, maggiore sarà il tasso di conversione.

3. Economico
L’email marketing elimina tutti i costi necessari per la grafica, la stampa, la spedizione e la consegna che sono necessarie con i normali mezzi di marketing diretto. Con l’utilizzo dei formati HTML si riescono ad ottenere email che hanno lo stesso impatto emotivo delle stampe, ma che permettono una interazione diretta con l’azienda tramite i collegamenti al sito web.
Più stretta è la relazione stabilita con i destinatari maggiori saranno i benefici in termini di costi e di ritorno sugli investimenti (ROI). Questo significa che la lista dei contatti deve essere gestita in modo efficiente e molto accurato.

4. Tracciabile
L’email marketing permette di avere un feedback immediato del successo di una campagna. per ogni campagna email è possibile sapere se:

– è stata ricevuta;
– è stata aperta e letta;
– se il destinatario ha seguito i link verso il sito web aziendale.

Questo livello di dettaglio permette di intervenire e modificare le campagne future sulla base dei risultati ottenuti in modo da ottenere tassi di risposta maggiori. Inoltre, è possibile intraprendere azioni successive sulla base dei comportamenti tenuti dai destinatari nei precedenti invii. Ad esempio è possibile inviare maggiori informazioni a chi ha cliccato dimostrando un suo interesse verso un prodotto. Queste operazioni permettono di incrementare la possibilità di acquisire nuovi clienti grazie alla velocità nelle comunicazioni.

Grazie all’analisi delle statistiche della campagna è poi possibile sapere quali sono i link che hanno funzionato meglio e che maggiormente hanno attratto l’attenzione dei destinatari. Sulla base di questi dati è possibile impostare le future campagne per massimizzare i tassi di risposta.

5. Misurabile
Si dice che ciò che non è misurabile, non è controllabile e misurare il successo di una spesa in azioni di marketing è essenziale. Per fare il miglior uso possibile del proprio budget, non è solo necessario controllare le spese, ma soprattutto è necessario misurare i risultato che tali spese hanno comportato. Questo serve per focalizzare sempre al meglio le attività e le iniziative future.

Oltre a tracciare l’attenzione del destinatario verso il messaggio email, è anche possibile, grazie ad appositi software, tracciare le sue attività sul sito web aziendale. Questo permette di capire i percorsi compiuti dal destinatario e se ha portato a termine l’azione (acquisto, iscrizione, richiesta informazioni) per la quale la campagna di email marketing è stata realizzata.

E’ così possibile sapere esattamente il costo di ogni singola azione e il ROI della campagna. alcune statistiche di settore riportano che quest’ultimo è superiore del 40% rispetto alle campagna tradizionali di marketing diretto.

6. Testabile
L’email marketing permette di eseguire dei test di invio su piccoli gruppi di destinatari diversi per valutare l’impatto e la risposta di messaggi differenti per grafica e contenuti per poi decidere il messaggio più performante da inviare alla lista intera. Questo procedimento, con i mezzi di marketing diretto, non è possibile, se non a costi elevatissimi.

7. Immediato
L’utilizzo di “Call to action” nel testo della email permette un collegamento diretto al sito web. Proponendo un’offerta la si associa usualmente ad un link di approfondimento verso una pagina del sito, che fornisce informazioni aggiuntive e ulteriori specifiche riguardo l’offerta. Questa pagina permette un contatto diretto con l’azienda o tramite email o tramite un form oppure tramite telefono. Ognuno di questi mezzi permette un contatto diretto ed immediato con il destinatario. In media l’80% delle risposte è ottenuta entro tre giorni dall’invio della campagna. Nel direct mailing tradizionale si parla solitamente di settimane per i tempi di risposta, mai di giorni.

Inoltre, la creazione e la distribuzione della campagna email è molto veloce e richiede solitamente qualche ora, o al massimo una giornata per grafiche particolarmente curate. Si abbattono così i tempi necessari al direct mailing per la stampa e la distribuzione del materiale promozionale e pubblicitario.

8. Flessibile e adattabile
L’email marketing è ideale per il raggiungimento di svariati obiettivi aziendali. Se da una parte è riconosciuto come mezzo ideale per il mantenimento delle relazioni con i clienti, l’email marketing è anche un potente strumento per l’acquisizione di nuovi clienti e per tanti altri scopi quali:

– l’aumento dei visitatori al sito aziendale
– attrarre nuovi clienti
– fornire informazioni sull’azienda e i suoi prodotti
– Costruire e rafforzare il brand

Questi obiettivi possono essere raggiunti con la distribuzioni di materiale ed informazioni differenti, ognuno con differenti opportunità di rafforzare le relazioni con i clienti. I contenuti più diffusi sono:

– Stato dell’account
– Newsletter aziendali
– Comunicati stampa
– Annunci di prodotti

E-mail marketing for dummies

Ho riletto un po’ di post di questo blog e mi sono reso conto che ho parlato tanto di e-mail marketing, ma non sono mai partito dai concetti base, ho commesso il tipico errore di dare per scontato che chi mi legge sappia di cosa sto parlando.

A questo punto ho deciso di fermarmi un attimo, di riflettere e di dedicare una serie di post a chi si sta avvicinando a questo mezzo di promozione e non sa nulla.

Ovviamente siamo nel mondo del marketing on-line e più in particolare in un settore di questo mondo che sviluppa strategie di promozione tramite lo strumento dell’e-mail.

Spesso l’e-mail marketing viene confuso con lo spam, ma con questo nulla ha a che fare. Lo spam è l’invio di materiale pubblicitario di vario genere a persone che non lo hanno richiesto.

L’e-mail marketing consiste invece nello sviluppo di strategie di comunicazione che utilizzano l’e-mail per inviare comunicazioni commerciali, promozionali o informative a persone che lo hanno espressamente richiesto. Per questo l’e-mail marketing diventa soprattutto strumento di fidelizzazione.

Fidelizzare significa instaurare un rapporto di fiducia che si sviluppa dal primo contatto con il cliente e si protrae durante tutto il processo di acquisto e prosegue, nel dopo vendita. La fidelizzazione è un’attività continua che richiede attenzione e cura, ma che garantisce, soprattutto nel medio-lungo periodo, un reale ritorno dell’investimento.

La fidelizzazione ha il duplice obbiettivo di mantenere viva l’attenzione dei clienti già acquisiti, e di convertire in clienti persone interessate ai nostri prodotti.

Il reale potere dell’e-mail marketing è dato proprio dal fatto di poter inviare materiale informativo a persone che hanno dimostrato un reale interesse verso i nostri prodotti. Sono pochi gli strumenti promozionali basati su grandi media che permettono questo, anzi, forse insieme alle strategie di search engine marketing (promozione sui motori di ricerca), l’e-mail marketing è l’unico che lo consente.

Parlando di e-mail marketing e partendo dalla base occorre fare una distinzione tra due tipologie di campagne realizzabili:

  1. Campagne di Direct E-mail Marketing (DEM)
    Questo tipo di campagne sono realizzate per proporre prodotti e servizi e hanno carattere prettamente commerciale. Queste campagne sono utilizzate principalmente dalle aziende o dai siti di e-commerce o prenotazione alberghiera;
  2. Campagne Newsletter
    Questo tipo di campagne sono invece a carattere informativo e solitamente non contengono riferimenti commerciali. Queste campagne sono tipiche dei portali di informazione, dei blog o di qualsiasi altro sito che faccia informazione.

Nella realtà quotidiana la distinzione non è così netta, perchè spesso le newsletter contengono pubblicità e le campagne DEM possono avere anche un aspetto informativo. Diciamo che è una distinzione di massima, che ci serve per identificare il tipo di messaggio stiamo inviando.

Abbiamo messo le prime basi per capire meglio l’argomento, nei prossimi post cercheremo di approfondire altre tematiche di base che riguardano l’e-mail marketing.