casi pratici Posts

And the winner is…

anzi…è più corretto dire the winners ARE, perchè dopo lunga e attenta riflessione non sono riuscito a scegliere un solo vincitore per il concorso delle e-mail di Natale.

I vincitori del concorso sono quindi due (in ordine rigorosamente alfabetico):

1. Mercurius


Clicca sull’immagina per ingrandirla

Questa cartolina ha vinto, non tanto per la grafica, quanto per l’originalità assoluta e per aver saputo fondere l’email marketing con le tecnologie legate alla distribuzione di video in rete, creando una comunicazione davvero divertente. Per i più curiosi questa è landing page della campagna con il video. Bravi!

2. Sofitek


Clicca sull’immagina per ingrandirla

Questa email natalizia ha vinto perchè molto carina dal punto di vista grafico, personale e perchè abbina agli auguri di Natale, una promozione sui servizi offerti dall’azienda.Un buon modo per fare un regalo ai clienti e creare nuovo business. Qui potete vedere la landing page della campagna. Complimenti!

Concludo ringraziando tutti quelli hanno partecipato inviando le loro cartoline, vi aspetto più creativi che mai alla prossima edizione ;)

Autoresponder creativi

Avevo già affrontato in passato il tema degli autoresponder e della loro efficacia in termini di conversione all’acquisto di un contatto.

Un altro scopo perseguibile tramite gli autoresponder è quello di fidelizzare i propri contatti, magari inviando gli auguri per il compleanno o facendo seguire ad un acquisto un buono sconto per un acquisto successivo e così via.

Resta fermo che l’utilizzo principale degli autoresponder è quello che viene fatto nelle aziende per comunicare l’assenza di un dipendente o per notificare cambi nei recapiti email. E allora perchè non sfruttare questi autoresponder per promuovere la propria attività o per veicolare offerte o per promuovere l’iscrizione alla newsletter?

Un’ipotesi per sfruttare queste comunicazioni in caso di assenza dall’ufficio potrebbe essere un testo simile:

“Sarò assente dall’ufficio dal gg/mm/aa al dd/mm/yy, ma per non farti sentire la mia assenza ti ho riservato un regalo esclusivo. Per sapere di cosa si tratta clicca qui”.

A questo punto si potrebbe indirizzare il link alla pagina di un prodotto specifico o di un’offerta speciale promuovendoli in modo alternativo.

Come al solito il limite è dato solo dalla fantasia, limite che un’azienda veneta non ha avuto, realizzando questa comunicazione in “tre” lingue per informare della disattivazione di alcuni indirizzi email. Forse è stato inventato il “local email marketing”? :D

La invio in HTML o in formato testo?

Questo è un quesito che, spesso, chi deve affrontare l’invio di una camapgna di email marketing si pone.

Il quesito nasce dai vari pro e contro che i due formati presentano, sia legati ad aspetti tecnici, sia legati ad aspetti riguardanti l’immagine e la comunicazione.

Un interessante case history pubblicato su Marketing Sherpa evidenzia come, integrando i due formati, si possano ottenere ottimi risultati. L’articolo in inglese è disponibile gratuitamente solo fino al 2 ottobre 2007.

E se utilizzassi lo spot televisivo…

… per promuovere la mia newsletter?

Potrebbe essere questa la domanda che i responsabili marketing della catena di discount Lidl si sono posti prima di trasmettere il nuovo spot.

Da alcuni giorni, infatti, mentre lo spot annuncia le ultime promozioni della catena, al fondo dello schermo passa una striscia scorrevole che invita gli spettatori a iscriversi alla newsletter sul sito internet www.lidl.it.

Un ottimo esempio per ottimizzare le spese pubblicitarie off-line per creare un database di utenti da contattare on-line con costi sicuramente inferiori.

Sarebbe curioso sapere che ritorni hanno avuto in termini di iscrizioni. Sicuramente il mio indirizzo ce l’hanno, anche solo per curiosità, ma mi sono iscritto :D

Buon Vueling

Sono stato di recente in Spagna volando con una compagnia a basso costo spagnola che si chiama Vueling. L’avevo già usata in passato e mi sono sempre trovato bene.

Oltre alla qualità del servizio, di questa compagnia apprezzo molto il marketing on e off-line.

In particolare sono stato favorevolmente colpito dalla qualità dei follow-up via e-mail. Pochi giorni della partenza infatti ho ricevuto una mail che mi ricordava che dopo due giorni sarei dovuto partire, indicandomi gli estremi del volo e le indicazioni sui terminal di partenza. Dalla e-mail era poi possibile acquistare l’assicurazione per il viaggio, ricercare un hotel o un auto a noleggio. Tutte queste offerte erano poi corredate dalle informazioni meteo per i 4 giorni successivi.

Più volte in questo blog si è parlato dell’utilità degli autoresponder e dei follow-up automatizzati come potente mezzo di marketing, in questo caso devo dire che il processo è stato gestito in modo semplice, poco invasivo e davvero efficace.

Un applauso agli spagnoli!