Anche i grandi sbagliano

Oggi ho ricevuto nella mia casella di posta la newsletter della Nike.

Aprendo la casella sono rimasto stupito dal fatto che l’oggetto dell’email fosse sbagliato. Il subject recitava infatti: “supporta la tua squadra di calico“.

Dopo il disorientamento iniziale ho pensato che magari fosse un errore voluto per attirare l’attenzione, anche se questa strategia non è mai stata utilizzata nelle precedenti newsletter.

Ancora in preda ai miei pensieri apro il messaggio è quello che mi appare è questo:

Clicca sulla foto per ingrandirla

E’ stato insolito vedere una newsletter con un errore del genere inviata da un’azienda così importante, soprattuto pensando alla mia quotidianità quando, prima di inviare una newsletter, devo avere almeno 3 approvazioni.

Sono errori che ovviamente possono capitare, ma che ci fanno capire come sia importante rivedere e testare il messaggio e far visionare le bozze grafiche e i messaggi email a più persone prima di procedere all’invio della newsletter.

Aggiornamento del 24/11/2006
Ieri mi è arrivata una nuova newsletter da Nike.com con un ulteriore errore. Nella presentazione dei prodotti venivano proposti due link: uno per la collezione uomo e uno per la collezione donna. Uomo però era scritto “vomo”.
Comincio a pensare che questi errori siano voluti…

Disclaimer: l’esempio riportato è a solo titolo di caso studio e non vuole diffamare in alcun modo la società o i marchi citati. Se qualcuno dovesse sentirsi in qualche modo leso da questo post può liberamente scrivermi e provvederò alla sua cancellazione.

Alessandro Binello

Nasco SEO, mi appassiono di email marketing e oggi sono project manager presso Time2marketing. Mi occupo di visibilità online e strategie di email marketing. Su social network e forum mi trovate anche con il mio nick name storico "Trimball". Nel tempo libero amo viaggiare... nel mondo reale ;)

Non ci sono commenti a questo post. Vuoi essere il primo a commentare?

Lascia il tuo commento

E tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento